Navigation

Israele: incendio, giunti 20 pompieri palestinesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 dicembre 2010 - 15:21
(Keystone-ATS)

GERUSALEMME - Una ventina di pompieri a bordo di tre autopompe e di un automezzo logistico, inviati dall' Autorità nazionale palestinese (Anp), sono entrati oggi dalla Cisgiordania in Israele per partecipare alle operazioni di spegnimento del gigantesco incendio che dallo scorso giovedì sta distruggendo migliaia di ettari di bosco sul monte Carmelo, alle porte di Haifa.
"Siamo arrivati qui - ha detto il portavoce dei vigili del fuoco palestinesi Loay Odeh - su richiesta del presidente Abu Mazen (Mahmud Abbas) e del premier Salam Fayyad per partecipare a una missione umanitaria".
Ieri il premier israeliano Benyamin Netanyahu aveva telefonato a Abu Mazen per ringraziarlo personalmente per l'aiuto offerto. Intanto l' ufficio del premier ha fatto sapere che Israele non ha più bisogno dell'invio di altri aerei antincendio poichè quelli che già si trovano nell'area di operazioni - una trentina tra aerei ed elicotteri di diversi stati - sono ora sufficienti per svolgere la loro missione.
Il portavoce del premier Mark Reghev ha detto che Israele "apprezza moltissimo la disponibilità ad aiutare manifestata da molti paesi".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?