Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Netanyahu dovrà giustificare una serie di doni di valore da lui ricevuti da uomini d'affari israeliani.

Keystone/AP/Bernat Armangue

(sda-ats)

La polizia israeliana si accinge ad interrogare il premier Benyamin Netanyahu per almeno quattro volte a partire dalla seconda meta' di ottobre, al termine della ricorrenza ebraica del Sukkot (Festa dei Tabernacoli). Lo ha affermato la televisione pubblica "Kan".

La notizia non ha finora altra conferma.

Secondo "Kan", il premier dovrà giustificare una serie di doni di valore da lui ricevuti da uomini d'affari israeliani, nel sospetto che possa aver dato loro qualcosa in cambio. Dovrà anche spiegare - secondo "Kan" - gli incontri segreti con un magnate della stampa, l'editore di Yediot Ahronot, in cui sarebbe stato discusso un accordo - poi non realizzato - che avrebbe garantito al premier un atteggiamento più benevolo nei suoi confronti da parte di un tabloid solitamente critico della sua politica. Negli ultimi mesi la polizia ha raccolto testimonianze di prima mano di un ex consigliere di Netanyahu che nel frattempo ha accettato di cooperare con gli investigatori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS