Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

E' stata riaperta quest'oggi a Tabgha, sul Mar di Galilea, la Chiesa della Moltiplicazione dei pani e dei pesci

KEYSTONE/AP/DAN BALILTY

(sda-ats)

Con una cerimonia interconfessionale seguita da una Messa è stata riaperta quest'oggi a Tabgha, sul Mar di Galilea, la Chiesa della moltiplicazione dei pani e dei pesci che circa due anni fa fu incendiata in un attentato attribuito ad estremisti ebrei.

La Chiesa - che appartiene ai benedettini tedeschi - subito dopo l'attentato fu visitata, in segno di solidarietà, dal presidente dello stato ebraico Reuven Rivlin che oggi è intervenuto alla cerimonia di riapertura.

"Noi siamo per la libertà religiosa perché come popolo - ha detto il presidente - conosciamo molto bene cosa significa soffrire di una persecuzione religiosa. E siamo per la libertà religiosa in quanto siamo uno stato democratico. Siamo eguali davanti a Dio e alla legge".

L'Arcivescovo di Colonia cardinale Rainer Woelki dopo aver ringraziato Rivlin ha sottolineato: "oggi è un giorno di grande gioia e amicizia. Molto hanno contribuito in diversi modi al restauro di questo luogo". Poi ha ringraziato quanti "e sono stati tanti che di tutte le religioni ci hanno manifestato la loro solidarietà".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS