Tutte le notizie in breve

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP Reuters Pool/AMIR COHEN

(sda-ats)

La popolarità di Benyamin Netanyahu è in netto calo, secondo un sondaggio pubblicato oggi da Maariv, anche se egli resta tuttora l'esponente politico ritenuto più idoneo a svolgere la carica di primo ministro in Israele.

Dal sondaggio emerge che il 59 per cento degli israeliani è insoddisfatto del suo operato. Alla domanda a quale leader politico sarebbe opportuno affidare la carica di premier, Netanyahu precede tutti con il 26 per cento dei consensi. Ma ancora il mese scorso - rileva Maariv - era sostenuto dal 34 per cento degli intervistati. Dunque il calo è sensibile, secondo il giornale.

Oggi dietro a Netanyahu figurano il leader centrista Yair Lapid (15%), il laburista Isaac Herzog (6%) e il nazionalista Naftali Bennett (5%). Fra quanti godono di prestigio personale pur non essendo nella politica attiva spiccano l'ex capo di Stato maggiore Gaby Ashkenazy (indipendente) e due ex dirigenti del Likud: l'ex ministro della difesa Moshe Yaalon e l'ex ministro degli interni Gideon Saar.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve