Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Israele chiarirà alla Ue che non firmerà alcun futuro accordo che, in base alle nuove linee guida della stessa Ue, restringa assistenza, donazioni e fondi a "entità israeliane" con "diretta o indiretta connessione" con Cisgiordania, Gerusalemme Est, Alture del Golan. Né Israele firmerà accordi con l'Ue con clausole territoriali riguardanti l'obbligo di riconoscere che la sua sovranità non si estenda oltre i confini del '67. Lo ha deciso - riportano i media - una riunione di governo presieduta da Benjamin Netanyahu.

Le nuove linee guida della Ue sono state pubblicate lo scorso 18 luglio ed hanno effetto dal prossimo primo gennaio: in base ai termini previsti sarà bandito -hanno ricordato i media - qualsiasi investimento di fondi o finanziario a gruppi israeliani connessi "direttamente o indirettamente" con le colonie. La stessa direttiva prevede anche - hanno aggiunto - che in qualsivoglia accordo tra Israele e l'Ue deve essere riportata la clausola che gli insediamenti in Cisgiordania, a Gerusalemme Est e sulle Alture del Golan "non sono parte dello stato di Israele".

Il governo israeliano, che aveva fin da subito respinto le linee, chiederà ora all'Unione "ulteriori chiarimenti" per meglio "comprendere il significato" della direttiva sulle colonie che secondo i ministri, presenti alla riunione assieme a Netanyahu, rischia - hanno riportato i media citando un'alta fonte ufficiale - di "nuocere in maniera significativa" al processo di pace con i palestinesi che dovrebbe riprendere a metà di questo mese.

La riunione di governo ha affrontato la direttiva in vista di un incontro il prossimo 14 agosto con l'Ue per discutere l'accordo ci cooperazione scientifica 'Horizon 2020' che tra l'altro prevede un investimento nei prossimi anni di circa 600 mila euro da parte europea in compagnie israeliane di high-tech.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS