Navigation

Israele accetta appello Quartetto per ripresa negoziati

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 ottobre 2011 - 13:31
(Keystone-ATS)

Israele accetta la richiesta formulata dal Quartetto (Usa, Ue, Onu, Russia) di riprendere al più presto negoziati bilaterali di pace con i palestinesi, senza precondizioni. Lo ha reso noto Radio Gerusalemme, citando un comunicato dell'ufficio del premier Benyamin Netanyahu. Israele si augura che anche i palestinesi esprimano adesso eguale disponibilità, ha aggiunto l'emittente.

"Israele accoglie con favore - afefrma il comunicato - l'appello del Quartetto relativo a trattative dirette, senza precondizioni, con l'Autorità nazionale palestinese, secondo quanto già proposto dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama e dal premier Benyamin Netanyahu." "Israele ha alcune riserve - si legge ancora nel comunicato - che saranno avanzate nel corso delle trattative."

"Israele fa appello all'Autorità nazionale palestinese di assumere un eguale atteggiamento e di associarsi alle trattative senza alcun ritardo", conclude il comunicato.

Questo testo è stato approvato nel corso di una consultazione tenuta oggi - la seconda negli ultimi giorni - dagli otto ministri principali del governo, fra cui appunto il premier Netanyahu.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?