Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GERUSALEMME - Il gabinetto di sicurezza del governo israeliano ha deciso di allentare il blocco su Gaza: l'esecutivo consentirà quindi che una lista ampliata di beni entrino nell'enclave palestinese controllata da Hamas.
In un comunicato il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha spiegato che Israele "liberalizzerà il sistema con cui i beni civili entreranno a Gaza, ampliando il flusso di materiali per progetti civili che sono sotto la supervisione internazionale".
Allo stesso tempo però aggiunge la nota, "continuerà a portare avanti misure di sicurezza per evitare l'entrata di armi e materiale bellico". Il blocco navale non sarà revocato.
Come moneta di scambio dell'allentamento di un embargo durato quattro anni lo Stato ebraico ha chiesto alla comunità internazionale "di lavorare per l'immediato rilascio di Gilad Shalit", il soldato israeliano nelle mani di Hamas dal giugno 2006.
Il blocco di Gaza era stato imposto da Israele subito dopo la cattura di Shalit e fu rafforzato l'anno dopo quando Hamas ha preso il controllo dell'enclave palestinese.

SDA-ATS