Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'ondata di maltempo si è abbattuta su Israele e nei Territori palestinesi, ma anche in Libano. Gaza e la situazione si presenta particolarmente drammatica per circa 100 mila abitanti sfollati dopo il conflitto della scorsa estate con Israele e tuttora senza una dimora stabile.

Decine di migliaia sono ancora ospitati da istituti scolastici, in condizioni precarie. Il porto di Gaza è stato chiuso in seguito ad una forte mareggiata. Alcuni tratti della arteria principale, la Salah-a-Din, sono allagati. La corrente elettrica viene erogata solo quattro ore al giorno.

I servizi municipali di Gerusalemme sono stati posti in stato di emergenza nella previsione che una abbondante nevicata sia imminente in città. Una delle principali arterie di accesso è stata chiusa al traffico, dopo essere divenuta impraticabile per il fondo ghiacciato. Forti nevicate sono segnalate intanto sulle alture del Golan, nonché in località elevate in Galilea e in Cisgiordania.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS