Navigation

Israele-Gaza: torna calma precaria

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 ottobre 2011 - 12:00
(Keystone-ATS)

Una calma precaria è tornata nel sud di Israele - dopo la pioggia di razzi palestinesi della scorsa notte - mentre da Gaza la Jihad islamica fa adesso sapere di essere disposta a una sospensione delle ostilità, sulla base di reciprocità con Israele. Il bilancio di queste ostilità è di nove miliziani palestinesi uccisi, assieme con un civile israeliano.

Fonti israeliane affermano che gli ultimi attacchi palestinesi sono avvenuti alle ore 7.00 locali (la stessa ora in Svizzera). Da Gaza fonti locali riferiscono che gli ultimi raid della aviazione israeliana si sono avuti nella nottata, mentre ora i velivoli di Israele di limitano a voli di ricognizione sulla Striscia.

Radio Gerusalemme riferisce da parte sua che la diplomazia egiziana è intervenuta per mettere fine alle ostilità, rivolgendosi fra l'altro ai dirigenti della Jihad islamica non solo a Gaza ma anche a Damasco. A quanto risulta, anche Hamas ha fatto opera di convincimento sulla Jihad islamica affinché cessi gli attacchi sul Neghev.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?