Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GERUSALEMME - "Israele è pronto e vuole negoziati con la Siria". Lo ha assicurato oggi il premier, Benyamin Netanyahu, commentando, di fronte alla Commissione parlamentare per gli affari esteri e la difesa, notizie stampa su un'asserita disponibilità siriana a rilanciare il dialogo.
"Il problema è che i siriani vogliono tutto in anticipo", ha proseguito Netanyahu. "Essi esigono tutto il territorio (delle alture del Golan, ndr) prima ancora che si entri in trattative. Il problema non sono gli 'emissari'. Tutto il tempo vengono scambiati emissari..." ha detto il premier ai deputati.
A diffondere ottimismo sulla questione era stato, due giorni fa, il quotidiano a-Rai del Kuwait, secondo cui di recente la Siria ha espresso di fronte agli Stati Uniti una disponibilità "senza precedenti" a rilanciare le trattative con Israele.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS