Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo stupro sarebbe avvenuto in spiaggia, secondo la versione della vittima (foto pretesto).

KEYSTONE/AP/JOHN ANTCZAK

(sda-ats)

Un 19enne svizzero di origine bosniaca che era stato arrestato la scorsa estate con l'accusa di aver violentato una turista inglese 17enne, in vacanza a San Giuliano di Rimini, è stato condannato oggi a due anni e due mesi di carcere.

Dovrà anche pagare una provvisionale di 29'000 euro. Il giovane studente beneficerà della sospensione condizionale e presenterà appello. Secondo l'accusa egli avrebbe stuprato la ragazza, ospite dello stesso albergo, la notte tra il 10 e l'11 agosto 2016.

Il ragazzo ha sempre sostenuto che la giovane era consenziente. La 17enne, invece, agli inquirenti aveva raccontato di essere stata costretta al rapporto in spiaggia e poi riportata in albergo dove il portiere, vedendola un po' strana, aveva chiamato i carabinieri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS