MILANO - Il giudice Oscar Maggi, davanti al quale si è svolto il processo per il sequestro dell'ex imam di Milano Abu Omar, nelle motivazioni della sentenza scrive che da parte del Servizio italiano per le informazioni e la sicurezza militare (Sismi), allora diretto dal generale Pollari, c'è stata "conoscenza... o forse compiacenza" nel rapimento.
All'esito del processo furono condannati gli agenti Cia mentre per i funzionari del Sismi fu disposto il non doversi procedere per l'esistenza del segreto di Stato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.