Navigation

Italia: ballottaggi; voto per sindaci, affluenza sempre più giù

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 maggio 2012 - 21:05
(Keystone-ATS)

Il turno di ballottaggio, che si sta svolgendo in 118 comuni italiani e che coinvolge oltre 4,5 milioni di persone, è stato caratterizzato da un forte calo dell'affluenza alle urne, che alle 19.00 ha sfiorato i 9 punti percentuali, ma anche dai due gravi fatti che hanno turbato il fine settimana da nord a sud Italia: l'attentato a Brindisi di ieri mattina, nel quale ha perso la vita una ragazza di 16 anni e, oggi, il forte terremoto in Emilia che è costato la vita a sette persone.

Fatti e lutti che possono aver pesato sull'affluenza alle urne, che alle 19.00 è stata del 27,8% contro il 36,6% di due settimane fa. Basti pensare che alla rilevazione delle 19.00 di oggi a Taranto l'affluenza è crollata di oltre 10 punti percentuali (ed è stata la più bassa di tutti i capoluoghi): si è fermata infatti al 19% contro il 29,6% di due settimane fa. Impressionante il calo di votanti a Trani dove, a mezzogiorno, aveva votato il 10,63% contro il 16,65% del 6 e 7 maggio e alle 19.00 ha votato solo il 27,5% contro il 43,6% del primo turno, con un calo di quasi 16 punti. C'è tuttavia una Regione che ha fatto eccezione: è l'Umbria dove, alle 19.00, ha votato il 38,6% battendo la percentuale dei votanti di due settimane fa che si era fermata al 36,9%.

Anche il terremoto in Emilia Romagna sembra aver influito sulla volontà di andare a votare da parte dei cittadini anche se il Viminale ha rassicurato sul fatto che per i comuni chiamati al voto del ballottaggio nella Regione (Parma, Piacenza, Comacchio e Budero), non sono stati registrati problemi che abbiano ostacolato l'accesso alle urne.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?