Navigation

Italia: Berlusconi vede Moratti, a Milano possiamo farcela

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 maggio 2011 - 20:47
(Keystone-ATS)

La partita di Milano non è affatto chiusa ed anzi si può recuperare visto che la maggioranza dei milanesi non darà la città in mano alla sinistra estrema. È il ragionamento che Silvio Berlusconi, secondo quanto riferito da fonti del Popolo della libertà (Pdl) ha svolto nel corso di un incontro avvenuto oggi a Milano con il sindaco uscente Letizia Moratti.

Nel corso del colloquio, riferiscono le stesse fonti, Berlusconi avrebbe rassicurato tutti sulla tenuta dell'alleanza con la Lega: non sono preoccupato, l'asse con Bossi è solido, ha argomentato il premier.

L'incontro con la Moratti è stato piuttosto breve, riferiscono fonti del Pdl senza tuttavia precisare dove sia avvenuto. Secondo altri parlamentari del partito, si sarebbe svolto all'aeroporto di Milano poco prima che il premier salisse sull'aereo che lo ha portato a Roma.

Le stesse fonti sottolineano che Berlusconi ha fatto cenno ad una telefonata avvenuta "nel pomeriggio" di ieri con il Senatur. Altro argomento affrontato durante l'incontro è stato quello delle preferenze ottenute dal Cavaliere, poco superiori alla metà di quelle conquistate nella precedente tornata elettorale. "Non è assolutamente pentito ed anzi ha sottolineato che prendere 30 mila preferenze di fronte al calo generale del centrodestra è stato il massimo che si poteva fare", riferisce chi ha potuto partecipare all'incontro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?