Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Blitz antiterrorismo della polizia italiana: gli uomini della Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali (Digos) di Cosenza stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un foreign fighter marocchino.

L'operazione è coordinata dal Servizio centrale antiterrorismo.

In manette, secondo quanto si apprende, è finito un giovane di 25 anni residente a Luzzi, in provincia di Cosenza: gli uomini della polizia, che indagavano su di lui dal luglio scorso, lo hanno bloccato all'alba. Il marocchino è indagato per i reati previsti dalla nuova legge antiterrorismo in vigore da aprile 2015 ed in particolare gli viene contestato l'articolo 270 quinquies del codice penale.

L'uomo era arrivato in Turchia lo scorso 10 luglio, dove è stato fermato dalle autorità per un controllo. Al termine degli accertamenti, le autorità turche, d'intesa con gli uomini dell'Antiterrorismo italiano, lo hanno respinto per motivi di "sicurezza pubblica" e lo hanno fatto rientrare in Italia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS