Navigation

Italia: Bossi, se lasciassimo finiremmo come Grecia

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 luglio 2011 - 21:40
(Keystone-ATS)

"A chi mi chiede di mollare Berlusconi dico che se lasciassi il governo immediatamente, il mercato internazionale ci farebbe fare la fine della Grecia. I cambiamenti si fanno alle elezioni e non a metà della strada". Lo ha detto il segretario della Lega Nord Umberto Bossi.

Intervenendo a una festa del Carroccio il ministro delle Riforme ha ribadito che "quando arrivano le prossime elezioni ci penseremo bene a che accordi fare e con chi, vedremo se in questi mesi il governo farà le cose che abbiamo chiesto a Pontida".

Senza citare la chiusura di borsa, Bossi è tornato più volte a riferirsi ai mercati internazionali. I quali, ha spiegato ai militanti, "ci minacciano di farci diventare come la Grecia e a quel punto gli stranieri verrebbero qui e ci porterebbero via tutto, tutte le nostre imprese". Anche per questo, ha concluso il ministro delle Riforme, è "importante dare all'estero l'immagine di un paese che guarda al futuro".

E in questo senso, ha concluso Bossi, la manovra appena approvata è già un passo avanti perchè "noi rischiamo di morire di economia e qualcosa abbiamo dunque fatto".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?