Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato arrestato a Nizza il superlatitante della Camorra Antonio Lo Russo, 33 anni. La notizia è stata confermata all'agenzia di stampa ANSA dal procuratore della Repubblica di Napoli, Giovanni Colangelo.

La cattura di Antonio Lo Russo, indicato più volte dal Procuratore di Napoli Colangelo come obiettivo prioritario nella ricerca dei latitanti, è avvenuta in serata al termine di indagini dei carabinieri, svolte d'intesa con l'Interpol e la gendarmeria francese.

Lo Russo, ritenuto elemento di rilievo dell'omonimo clan insediata nell'area napoletano di Miano, era ricercato dal 2010: su di lui pende una condanna in primo grado a 20 anni di reclusione per associazione per delinquere di tipo mafioso e associazione finalizzata al traffico di stupefacenti.

Insieme a Lo Russo è stato arrestato il cugino Carlo, detto "Lellé", ricercato per tentativo di omicidio. Sull'arresto dei due ricercati saranno fornite domani altre informazioni dagli inquirenti.

SDA-ATS