Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il movimento 5 stelle fuori dai ballottaggi

KEYSTONE/EPA/TONINO DI MARCO

(sda-ats)

Ballottaggio in quasi tutti i 21 capoluoghi italiani di provincia e 4 capoluoghi di regione dove ieri si è votato per le comunali: la gran parte dei sindaci delle grandi città saranno eletti il prossimo 25 giugno.

E' quanto emerge dalle proiezioni e dai primi dati dello scrutinio che è andato molto a rilento durante la notte, con soltanto poco più del 75% delle sezioni complessive scrutinate. Ma con i grandi centri e con le città del Sud in forte ritardo.

Tanti i ballottaggi tra centrosinistra e centrodestra, mentre il Movimento Cinque Stelle è fuori da tutti i ballottaggi nelle grandi città, Genova, Palermo, Parma e L'Aquila e da quasi tutti i capoluoghi: potrebbe riuscire a concorrere solo ad Asti dove è un testa a testa con il candidato del centrosinistra per il secondo posto. Incertezza per il secondo candidato che potrebbe partecipare al ballottaggio anche a Taranto.

Si sta concretizzando - stando alle proiezioni e ai primi dati - la riconferma di Leoluca Orlando, nuovamente sindaco di Palermo anche perché la legge elettorale siciliana ha abbassato al 40% il quorum per essere eletti al primo turno.

A Cuneo il candidato del centrosinistra potrebbe essere eletto al primo turno: ad oltre metà dello scrutinio Federico Borgna ha il 61% dei voti. Anche a Frosinone possibile elezione del sindaco al primo turno anche se lo scrutinio è indietro: con 6 sezioni su 48, Nicola Ottaviani (centrodestra) ha comunque il 52,2% dei voti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS