Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È necessaria una perizia psichiatrica per valutare le condizioni di salute di Fabrizio Corona, l'ex 're dei paparazzi' in carcere da circa due anni e che, come viene spiegato in una consulenza tecnica depositata dai suoi difensori, soffre di stati d'ansia, psicosi, depressione e attacchi di panico. Lo ha stabilito il Tribunale di Sorveglianza di Milano che ha tenuto conto proprio di quella relazione firmata da uno psichiatra e allegata all'istanza di detenzione domiciliare presentata dagli avvocati Ivano Chiesa e Antonella Calcaterra.

"Questa decisione - ha spiegato l'avvocato Chiesa - è una buona notizia, perché vuol dire che i giudici hanno valutato la nostra consulenza tecnica e vogliono approfondire la questione, verificando quali siano le condizioni di Fabrizio".

I magistrati della Sorveglianza (presidente Marina Corti, relatore Beatrice Crosti), infatti, hanno ordinato che venga effettuata una "perizia psichiatrica" sull'ex agente fotografico, dopo che "in particolare", come si legge nel provvedimento, i difensori di Corona hanno depositato una consulenza, redatta dallo psichiatra Riccardo Pettorossi, nella quale si parla delle sue condizioni di "sofferenza" psichica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS