Anche per il primo trimestre del 2016 l'Istituto di statistica italiano (Istat) prevede il proseguimento "dell'attuale fase di moderata crescita".

La variazione congiunturale del Pil reale attesa è quindi "lievemente positiva (+0,1%), con un intervallo di confidenza compreso tra -0,1% e +0,3%". È quanto si legge nella nota mensile dell'Istituto, secondo la quale "in questo scenario, la crescita acquisita per il 2016 è pari allo 0,4%".

Guardando indietro, l'Istituto di statistica ricorda come nel quarto trimestre del 2015 il "Prodotto interno lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,1% su base congiunturale e dell'1% in termini tendenziali, confermando la tendenza, registrata nel corso dell'anno, ad un progressivo rallentamento della crescita congiunturale".

Il terzo trimestre si era fermato infatti a un +0,2%, preceduto da un +0,3% del secondo e un +0,4% nel primo. Quanto ai listini, a febbraio, "le aspettative di inflazione dei consumatori indicano un proseguimento della fase di debolezza, con un nuovo aumento di quanti si aspettano stabilità o riduzioni dei prezzi", spiega l'Istat.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.