Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VERBANIA - "Nel Canton Ticino è in atto una campagna anti-italiani". Lo ha denunciato a Roma, con interrogazioni rivolte al ministro degli Esteri e a quello dell'Economia, il parlamentare del PdL Marco Zacchera, che è anche sindaco di Verbania.
A sollevare le critiche del deputato la campagna pubblicitaria lanciata da uno studio locarnese che - afferma Zacchera - con un chiaro invito alla "derattizzazione", mette nel mirino, come esempio di "ratti" sgraditi, tre tipi di persone: gli stranieri che delinquono, i frontalieri e il ministro italiano dell'economia e delle finanze Giulio Tremonti.
Il deputato italiano fa riferimento alla campagna avviata dall'agenzia pubblicitaria Ferrise Comunicazione di Muralto sul suo sito www.balairatt.ch e su Facebook contro "l'invasione del frontalierato", la "crescente criminalità d'importazione" e la "fiscalità opprimente", in cui appaiono tre "ratti" a corpo umano: "Fabrizio" di Verbania piastrellista in Ticino, il rumeno "Bogdan" senza professione e l'avvocato "Giulio", avvocato in Lombardia. La campagna ha già suscitato numerose reazioni su internet.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS