Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il filosofo Edgar Morin, il sociologo Zygmunt Bauman, l'autore svizzerotedesco Peter Bichsel, la scrittrice nigeriana Lola Shoneyin, ma anche Joe Boyd, primo 'mitico' produttore dei Pink Floyd. Sono tra gli ospiti della Casa dei Pensieri, che per i suoi 22 anni accanto alla Festa bolognese dell'Unità prima e del Partito democratico (Pd) ora, sfodera l'edizione più ricca mai organizzata, con oltre 50 appuntamenti dal 23 agosto al 17 settembre.

La rassegna è dedicata alla memoria di Giuseppe Bertolucci e la serata per lui è domenica 26 agosto (Ti voglio bene. Bertolucci: una vita di cinema e di poesia) con Vincenzo Cerami, Grazia Verasani, Gianluca Farinelli e Vittorio Boarini.

Incontri-concerto curati da Piero Mioli renderanno omaggio anche a Giovanni Pascoli nel centenario della morte e a Charles Baudelaire. Atteso inoltre il riconoscimento allo storico dell'arte Andrea Emiliani il 25 agosto (premio Volponi) con la partecipazione di Eugenio Riccomini, Angelo Guglielmi e del sindaco di Bologna, Virginio Merola.

In programma poi Giuliano Scabia, Gianni Borgna, e Giovanna Marini per l'incontro di chiusura nel centenario della nascita di Woody Guthrie. Il 9 settembre invece appuntamento doppio, alle 18.00 con Bauman e alle 18.30 con Bichsel ma in una libreria, presente tra gli altri Anna Ruchat. L'appuntamento con Morin è l'indomani sera alla sala dibattiti centrale. Annunciati, tra gli scrittori italiani, anche Dacia Maraini, Marcello Fois, Niva Lorenzini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS