Navigation

Italia: Emilio Fede arrestato per evasione da domiciliari

Il giornalista italiano Emilio Fede non aveva l'autorizzazione di lasciare la sua abitazione di Segrate per recarsi in Campania KEYSTONE/AP/LUCA BRUNO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 giugno 2020 - 14:47
(Keystone-ATS)

L'ex direttore del Tg 4, Emilio Fede, è stato arrestato a Napoli per evasione dagli arresti domiciliari. Ieri sera - come riporta il quotidiano Roma - stava cenando sul lungomare con la moglie, l'ex senatrice Diana De Feo, in occasione del suo 89esimo compleanno.

Fede deve scontare altri 4 anni ai servizi sociali e non avrebbe atteso l'autorizzazione del giudice di sorveglianza per trasferirsi da Milano a Napoli. Fede - sottolineano fonti a lui vicine - avrebbe comunicato il suo spostamento ai carabinieri di Segrate, nel Milanese.

Stando al suo avvocato Salvatore Pino, Emilio Fede, arrestato a Napoli per evasione dalla detenzione domiciliare, era nel capoluogo campano per "delle cure, ha l'autorizzazione ad andare per comprovate esigenze di cura e ha avvisato i carabinieri di Segrate".

Il legale ha chiarito che Fede è in attesa della decisione sulla richiesta, già avanzata nelle scorse settimane, di affidamento in prova dopo la condanna a 4 anni e 7 mesi per il caso Ruby bis. Per domani alle 15.00, davanti al giudice di Napoli Fabio Provvisier, è fissata l'udienza per la convalida dell'arresto.

Stando all'agenzia di stampa italiana ANSA, una volta ricevuta la segnalazione dai colleghi di Segrate, due carabinieri di Napoli sono andati a cercarlo a casa della moglie dove però non c'era. Altri due lo hanno trovato a cena in un ristorante del lungomare di Napoli. Un carabiniere, un ufficiale, in borghese come anche l'altro che attendeva, si è avvicinato all'ex direttore del Tg4 che era in compagnia della moglie, per informarlo della misura cautelare disposta dall'autorità giudiziaria.

Infine, a bordo di una vettura "civil", passando per strade secondarie, Emilio Fede è stato accompagnato nell'albergo del lungomare dove si trova tuttora agli arresti domiciliari, in attesa dell'udienza di convalida.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.