Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un marocchino, residente in provincia di Prato, è stato espulso dall'Italia su decreto del ministro dell'Interno italiano a causa delle sue "posizioni particolarmente vicine all'ideologia jihadista", con proclami inneggianti all'Isis.

Lo hanno spiegato i carabinieri di Vaiano che hanno eseguito il provvedimento ieri.

L'uomo, di 40 anni, sposato con un'italiana, con cui ha avuto due figli, si trovava in Italia dal 1998: non vi potrà rientrare prima di 10 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS