Navigation

Italia: feriti e treni bloccati per maltempo

Il maltempo che da ieri sferza l'Italia, con disagi da nord a sud ed anche feriti, dovrebbe concedere una pausa nel weekend, secondo la protezione civile. KEYSTONE/EPA ANSA/ELISABETTA BARACCHI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 dicembre 2019 - 10:26
(Keystone-ATS)

Il maltempo che da ieri sferza l'Italia, con disagi da nord a sud ed anche feriti, dovrebbe concedere una pausa nel weekend, secondo la protezione civile.

Dal tardo pomeriggio di ieri la caduta di un cavo del Gestore elettrico nazionale sulla linea di alimentazione dei treni ha provocato disagi e ritardi fino a tre ore sulla linea direttissima Roma-Firenze e fino a quattro sulla Pisa-Roma.

A causa del forte vento e del maltempo, a Lauria (Potenza), si è staccato il tetto in lamiera di una palestra che è finito su un gruppo di persone che si stava allenando: otto sono rimaste ferite, una ragazza di 28 anni in modo molto grave.

Neve a Milano, Torino e Sondrio. Vento forte e disagi alla circolazione per gli alberi caduti anche in diversi centri della Campania e in particolare a Salerno.

Le scuole sono state chiuse per precauzione a Napoli e Roma. Nella capitale il maltempo ha danneggiato anche il tetto dell'Auditorium Parco della Musica, una delle strutture culturali più importanti della città. Sul litorale si è abbattuta una forte mareggiata e in alcune zone le raffiche di vento hanno raggiunto anche i 100 km/h.

In serata a Termoli (Campobasso) un uomo di 76 anni è morto annegato nella sua auto caduta in circostanze ancora da chiarire nel porto, dove soffiava vento di burrasca.

Nel resto d'Italia i problemi legati al maltempo si sono registrati quasi ovunque, a macchia di leopardo. In Sardegna è scattata l'allerta per le tempeste di vento, mentre Ischia, Procida e le Eolie sono rimaste pressoché isolate.

A Perugia un automobilista è stato ferito a causa di un albero caduto. In Versilia una tromba d'aria ha danneggiato i tetti di alcune abitazioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.