Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini, in primo piano, vicino al collega delle FFS Andreas Meyer durante una conferenza stampa a Lugano sull'apertura della galleria di base del San Gottardo il 31 maggio 2016

Keystone/KEYSTONE/TI-PRESS/PABLO GIANINAZZI

(sda-ats)

Le Ferrovie dello Stato (Fs) italiane hanno archiviato il 2016 con un utile netto record di 772 milioni di euro, in crescita del 66,4%, e ricavi operativi a 8,93 miliardi (+4%). Il dividendo all'azionista è di 300 milioni di euro.

I risultati sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa nella sede del Gruppo. "Grande soddisfazione per bilancio record. Siamo la prima azienda in Europa per redditività", ha detto l'amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini, commentando i conti. "Abbiamo tutti gli indicatori in crescita, siamo molto soddisfatti".

L'Ebitda del Gruppo è salito a 2,3 miliardi di euro (+16,1%) mentre l'Ebit è cresciuto a 892 milioni di euro (+38,5%). Fs è il primo Gruppo industriale nel Paese per investimenti (5,95 miliardi di euro), ha sottolineato Mazzoncini, aggiungendo che la flotta Trenitalia si è arricchita per i servizi Alta velocità con ulteriori 23 nuovi Frecciarossa 1000.

SDA-ATS