Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Maxi-truffa ai danni di una coppia di ottantenni: con la scusa di un probabile pericolo proveniente dalle condutture dell'acqua, i due sono stati derubati di 250'000 euro in denaro contante, gioielli e titoli postali.

Sull'episodio, avvenuto il 25 agosto a Collesalvetti (Livorno), indagano i carabinieri.

Secondo quanto ricostruito, due falsi addetti dell'acquedotto si sono presentati a casa della coppia parlando di una perdita di un'imprecisata sostanza dalle tubazioni tale da danneggiare preziosi e denaro. E per esser più credibili i banditi hanno invitato i due, 82 anni lui e 81 lei, a annusare l'acqua del rubinetto spruzzando prima, però, di nascosto uno spray maleodorante. di

Di fronte alla loro preoccupazione i truffatori hanno invitato la coppia a mettere "al sicuro" gioielli e denaro, dalla cassaforte al frigorifero. I coniugi hanno accettato e hanno sistemato nel freezer 15'000 euro in contanti, gioielli e oro per circa 10'000 euro e oltre 200'000 euro in buoni postali.

Con una scusa uno dei banditi ha chiamato gli anziani in bagno per una verifica e così il complice ha preso la refurtiva e sono scappati in auto con un "palo" che li aspettava fuori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS