Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un alpinista lombardo ha perso la vita ieri precipitando dal Pizzo Ferrè, a quota 3109 metri, in alta Valle Spluga, laterale della Valchiavenna, al confine con la Svizzera.

Lo ha reso noto il comando provinciale del Soccorso alpino della guardia di finanza (Sagf) di Sondrio, che ha collaborato alle ricerche condotte dalle squadre del Soccorso alpino di Madesimo, coordinate da Claudio Bianchi. Il corpo senza vita di Renato Riva, 60 anni, di Cassago Brianza (Monza), è stato trovato ai piedi del ghiacciaio.

"È stato probabilmente vittima di una tragica caduta - spiega Claudio Bianchi - l'uomo era uno scalatore bene allenato ed equipaggiato. Non si è trattata, in questo caso, di una tragedia della montagna imputabile all'imprudenza e alla superficialità di chi l'ha affrontata".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS