Navigation

Italia: Juncker, governo buona notizia per paese e per Eurozona

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 novembre 2011 - 19:01
(Keystone-ATS)

"La formazione del governo Monti "è una buona notizia per l'Italia e la zona dell'euro": lo dichiara il primo ministro del Lussemburgo e presidente dell'Eurogruppo, Jean Claude Juncker. Anche il presidente francese Nicolas Sarkozy ha assicurato il suo sostegno al nuovo inquilino di Palazzo Chigi.

Juncker, che è al tempo stesso premier e ministro delle finanze, saluta in particolare il fatto che il primo ministro Monti abbia scelto di occupare lui stesso il posto di ministro dell'Economia. "Questa decisione sottolinea l'impegno totale di Mario Monti a mettere il consolidamento delle finanze pubbliche italiane e le riforme strutturali al centro della sua azione di governo", dichiara Juncker in una nota.

"L'Italia, membro fondatore della Ue e terza economia della zona euro, ha una responsabilità particolare in questi tempi tumultuosi. L'applicazione rapida e completa di tutte le misure votate recentemente dal parlamento italiano deve essere prioritaria per rimettere il paese sulla strada della credibilità politica, finanziaria e economica", afferma il premier del Lussemburgo.

Secondo Juncker, che ricorda i legami di amicizia che lo legano al professore italiano, "Mario Monti è l'uomo della situazione". Concludendo, Juncker assicura a Monti tutto il suo sostegno e la sua solidarietà.

Monti incassa anche il sostegno del presidente francese Nicolas Sarkozy. "Sono convinto - scrive Sarkozy in una lettera al neopremier - che l'applicazione da parte dell'Italia di nuove misure che si aggiungono ai piani già adottati vi consentirà, nella fiducia, di trovare il cammino della stabilità e della crescita". Il presidente francese garantisce "la volontà più completa della Francia di cooperare strettamente con il governo da lei diretto".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?