Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Listini europei in difficoltà dopo l'esito delle elezioni italiane. Il timore per una fase di instabilità politica nella Penisola spinge in rosso le borse: Londra cede l'1,5%, Parigi il 2,6%, Francoforte il 2%, Madrid il 3,7%, Zurigo l'1,9%.

Milano è maglia nera (-3,9%), anche se in recupero rispetto ai minimi di apertura, quando era arrivata a perdere il 5%. In forte calo sono le banche, anche se il movimento al ribasso è stato fermato da una raffica di sospensioni. Mediaset è rimasta congelata.

La Consob, l'autorità italiana di sorveglianza dei mercati finanziari, sta intanto valutando la possibilità di adottare provvedimenti tecnici per raffreddare la volatilità, apprende l'Ansa da fonti della stessa commissione.

Lo spread - il differenziale di rendimento fra i titoli di stati italiani Btp e i corrispondenti Bund tedeschi - è a 320 punti base, col tasso sul decennale al 4,69%. In forte ascesa è anche lo spread spagnolo.

I giudizi degli analisti e delle banche d'affari sono severi. Si tratta del "peggior risultato possibile" per i mercati finanziari e l'economia italiana, scrive Bank of America - Merrill Lynch in un rapporto. Di "risultato negativo per la stabilità politica" parla anche Citigroup che prevede volatilità sugli spread ed effetti negativi per le banche italiane. Per Barclays la pressione sui Btp crescerà nei prossimi giorni spingendo il rendimento del decennale al 5-5,2%. Per Morgan Stanley lo spread del quinquennale rispetto ai titoli tedeschi potrebbe allargarsi a 350 punti base.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS