Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - L'Italia incassa dall'Ue una prima approvazione della manovra economica da 24 miliardi di euro varata dal governo per il biennio 2011-2012. Ed anche da due delle più importanti agenzie di rating, Standard & Poor's e Fitch, giungono giudizi positivi.
Ma una valutazione più ponderata, si sottolinea a Bruxelles, arriverà solo nelle prossime settimane dopo un'attenta analisi delle misure adottate. I risultati dell'esame si conosceranno il 7 giugno, quando a Lussemburgo l'Ecofin farà il punto sulle azioni di consolidamento intraprese da molti partner Ue.
Intanto, però, dal presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, sono arrivate parole incoraggianti. Gli sforzi intrapresi dall'Italia con la manovra 2011-2012 "vanno nella buona direzione" ha osservato, precisando di non conoscerne ancora in dettaglio quali misure sono state prese.
Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha poi aggiunto, "mi ha comunque informato delle sue intenzioni nel corso dell'incontro avuto a Roma venerdì scorso. E noi salutiamo con favore - ha aggiunto Barroso - gli sforzi che tutti stanno facendo per risanare i conti pubblici. Un'analisi dettagliata delle misure prese arriverà più tardi".

SDA-ATS