Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Faremo in Lombardia il referendum per l'autodeterminazione. Lo faremo presto e con i fratelli del Veneto". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al raduno della Lega di Pontida (Bergamo).

In Lombardia "finalmente discriminiamo chi non è lombardo rispetto a chi è lombardo": ha detto Maroni, parlando del suo programma al raduno del Pontida e riferendosi in particolare alle iniziative per elevare da 5 a 10 anni i requisiti di residenzialità per accedere ai fondi sociali.

Maroni ha qui di sottolineato il fatto che "le regole di questa Europa ci stanno distruggendo e da noi oltre allo strozzinaggio che viene dal patto di stupidità non siamo più padroni in casa nostra. Domani incontrerò il ministro Alfano a Milano - ha aggiunto il presidente della regione - e gli dirò chiaramente quello che penso sui clandestini. Non si fa così', non si mandano da noi i clandestini per poi fregarsene".

SDA-ATS