Navigation

Italia: migliaia di lavoratori contro le politiche Matteo Renzi

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 novembre 2014 - 19:24
(Keystone-ATS)

Migliaia di persone tra insegnanti, medici, infermieri, studenti, pompieri e precari sono scesi oggi in piazza a Roma per partecipare al corteo dei lavoratori del pubblico impiego per denunciare le politiche dell'attuale premier Matteo Renzi.

In particolare è stata presa di mira la riforma della pubblica amministrazione. Criticati anche i tagli alla sanità e alla giustizia, come anche alla scuola.

"Tutti insieme", come ha dichiarato dal palco la segretaria generale del maggiore sindacato italiano Cgil, Susanna Camusso, "per una categoria che ha il contratto bloccato da sei anni".

Se bisogna "riorganizzare il lavoro, questo lo si fa con i lavoratori", ha poi precisato la Camusso. "Sappia il governo che se non ci saranno risposte si andrà avanti con lo sciopero della categoria e non solo: chiameremo tutti i lavoratori", ha concluso la sindacalista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?