Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

(sda-ats)

Si è spento questa mattina all'età di 74 anni Pinuccio Sciola, lo scultore italiano originario di San Sperate (Cagliari), conosciuto in tutto il mondo per le sue pietre sonore.

Pittore e scultore, personalità eclettica e di spicco del panorama culturale e artistico, Sciola è morto in ospedale a Cagliari, dove era ricoverato per una grave malattia.

La sua carriera inizia da giovanissimo: nel 1959 partecipa come autodidatta ad una mostra concorso per studenti di ogni età ed ordine di studio, vincendo una borsa di studio che gli permette di frequentare l'Istituto d'Arte di Cagliari. Oltre alla sua immensa produzione artistica sono celebri i suoi murales, che impreziosiscono San Sperate, considerato un paese-museo.

Sciola, il cui percorso è costellato di, riconoscimenti lascia un grandissimo vuoto. Nel 2014 ha curato per il teatro Lirico di Cagliari la scenografia della Turandot. Aveva scelto i basalti e i calcari della sua terra per ambientare le scene della storia della gelida regina d'Oriente, attingendo ai materiali a lui più comuni della sua arte scultorea. Quelle pietre da cui è riuscito perfino a tirare fuori la "voce" e ha fatto conoscere al mondo intero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS