Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È morto a Roma, all'età di 86 anni, dopo una vita dedicata alla musica, l'autore Giorgio Calabrese.

Tra i padri della scuola genovese (insieme a Gino Paoli, Umberto Bindi, Bruno Lauzi, i fratelli Reverberi, Luigi Tenco e Fabrizio De André), Calabrese vanta una vasta produzione di canzoni.

Ha tradotto in italiano i testi di Charles Aznavour e Juliette Greco e ha scritto brani per i più grandi artisti italiani, da Mina ad Ornella Vanoni, da Adriano Celentano a Luigi Tenco.

Il suo sodalizio artistico con Umberto Bindi ha prodotto risultati quali "Arrivederci" e "Il Nostro Concerto", brani conosciuti in tutto il mondo, così come la stesura di "Piano", scritta originariamente per Mina e ripresa in tutto il mondo con il titolo di "Softly as I leave you", eseguita da Frank Sinatra, Elvis Presley, Tony Bennett, e grazie alla quale vinse un Grammy nel 1978.

Nel suo curriculum brani indimenticabili come "E se domani", "Domani è un altro giorno", "La pioggia di marzo", "L'istrione".

I funerali si terranno a Roma, sabato 2 aprile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS