Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - "Non siamo disponibili a giochi di palazzo, a ribaltoni, che tolgano al popolo sovrano il diritti di scegliere da chi vuole essere governato". Così si è espresso oggi il ministro dell'Interno italiano Roberto Maroni ribadendo la posizione della Lega circa un'eventuale governo tecnico, o un cambio di maggioranza, al posto dell'attuale esecutivo guidato da Silvio Berlusconi (PdL).
"Se la maggioranza viene meno non c'è altro rimedio che le elezioni, che si possono fare in qualunque momento dell'anno", ha concluso Maroni.
Frattanto, il ministro di giustizia Angelino Alfano ha dichiarato da Palermo che "qualsiasi ipotesi secondo cui chi ha vinto le elezione fa l'opposizione e chi le ha perse fa il governo viola la Costituzione".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS