Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Il "Popolo della libertà" (Pdl) tende la mano ai finiani, frenando sull'ipotesi avanzata da Ignazio La Russa, ministro della Difesa (Pdl), di convocare i parlamentari di "Futuro e Libertà. Per l'Italia" (Fli) per verificarne la compatibilità con gli incarichi nel Pdl, ma chiedendo in cambio lealtà sulla mozione programmatica che sarà presentata in settembre.
Ma il deputato Italo Bocchino - considerato vicinissimo al presidente della Camera Gianfranco Fini - rigetta quello che definisce un ultimatum, confermando per giunta le perplessità sul 5% del testo elaborato dal premier Silvio Berlusconi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS