Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La giovane si rifiutava di portare il velo, leggere il Corano e imparare la lingua araba (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/HATEM MOUSSA

(sda-ats)

Picchiava la figlia minorenne che si rifiutava di portare il velo, leggere il Corano e imparare la lingua araba. Un kosovaro di 38 anni residente nel Senese è stato arrestato dalla polizia per maltrattamenti a danno di minori conviventi.

A far scattare le indagini i segni di violenza notati sul corpo della giovane da alcune compagne di scuola e dalle professoresse che hanno chiamato i soccorsi.

La ragazza è stata poi ricoverata in ospedale per, è stato spiegato, la presenza di evidenti segni di violenza che ne rendevano difficile la deambulazione. I medici hanno subito segnalato l'accaduto alla polizia.

La giovane, spiega una nota della questura, sarebbe cresciuta "in un contesto familiare isolato ed estraneo alle normali condizioni di socialità": non poteva intrattenere alcun rapporto con i coetanei e doveva seguire le rigide imposizioni del padre "che ha aderito ai precetti più radicali della religione islamica". La ragazza si trova ora in una struttura protetta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS