Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - La corte d'appello di Milano non ha ammesso la "Lista per la Lombardia" di Roberto Formigoni alle elezioni regionali lombarde, respingendo il ricorso presentato dalla stessa lista contro il precedente provvedimento di esclusione. Ma il centrodestra ha già annunciato che ricorrerà al tribunale amministrativo.
"Questa decisione - ha spiegato Massimo Corsaro, deputato e vice coordinatore lombardo del Popolo della libertà (Pdl) - è stata presa dalle stesse persone che avevano deciso due giorni fa e quindi, in qualche modo, poteva essere attesa. Adesso ricorreremo al Tar e siamo molto sereni sulla decisione finale".
L'attuale governatore Formigorni continua così a non essere candidato alle prossime elezioni: conseguenza del provvedimento odierno è che non si potranno presentare alle elezioni nemmeno le liste che lo sostengono, ovvero quelle di Pdl e Lega Nord.
I giudici dell'ufficio centrale regionale della corte d'appello lunedì scorso avevano decretato la non ammissione della lista di Formigoni per l'irregolarità di 514 firme, che aveva portato le sottoscrizioni valide necessarie per presentare la lista sotto la soglia di 3.500, per l'esattezza a 3.421.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS