Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rifornimenti difficili sulla rete autostradale italiana fino alle 6 di venerdì per lo sciopero dei benzinai proclamato contro le società autostradali e le compagnie petrolifere e per scongiurare il quale non sono finora valsi tentativi di mediazione e moniti di garante per gli scioperi e del governo. La questione è annosa e aperta su diversi fronti: le tre associazioni di categoria Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio sottolineano che la rete ha perso il 50% delle vendite per colpa di politiche dei prezzi sbagliate delle aziende mettendo a rischio 6000 posti di lavoro.

Ieri il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato aveva annunciato un richiamo ai petrolieri ma il numero uno dell'Unione petrolifera Alessandro Gilotti, replica definendo "pretestuose ed infondate" le polemiche di questi giorni sui prezzi dei carburanti, sottolineando il peso del carico fiscale. Il sottosegretario De Vincenti ha annunciato che ha già attivato Mr Prezzi e che la prossima settimana convocherà il tavolo con i petrolieri; il Garante per gli scioperi, Roberto Alesse ha convocato domani i rappresentanti delle compagnie petrolifere e il concessionario Autostrade per l'Italia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS