Nel mese di febbraio e nei primi giorni di marzo la Guardia di finanza italiana, nel corso di 700 controlli eseguiti su tutto il territorio nazionale, ha sequestrato oltre 23 milioni e 600 mila articoli contraffatti o non sicuri.

Si tratta perlopiù di maschere, costumi, giocattoli e oggetti di bigiotteria, per una stima di circa 620mila articoli fuorilegge al giorno.

Le Regioni maggiormente colpite dai fenomeni sono risultate, nell'ordine, la Campania, il Lazio e l'Abruzzo, indica la Guardia di finanza in un bilancio presentato oggi. Sono state 118 le persone denunciate all'autorità giudiziaria, mentre altre 425 sono state segnalate, per violazioni amministrative, alle Camere di Commercio locali.

Tra le operazioni, spicca quella messa a segno dal Gruppo di Nola, presso Napoli, con il sequestro amministrativo di 2 milioni circa di prodotti, tra cui, appunto, articoli carnevaleschi e di San Valentino, risultati privi dei contenuti minimi delle informazioni per il consumatore finale, in violazione del Codice del Consumo.

Oltre 672.000 prodotti, tra cui maschere e accessori di carnevale non conformi alle prescrizioni del Codice del Consumo, sono stati, poi, sequestrati in Sicilia dai finanzieri della Compagnia di Augusta (Siracusa) e circa 60.000 prodotti irregolari, tra maschere, cappelli, vestiti e parrucche di Carnevale, non conformi agli standard di sicurezza sono stati ritirati dal mercato dalla Tenenza di Noto (Siracusa).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.