Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per rubare il rame contenuto nei cavi hanno smantellato quattro chilometri di linea telefonica Telecom isolando tutte le utenze della Marmilla, nella zona centro meridionale della Sardegna. I quattro predatori di rame sono però stati colti sul fatto dai Carabinieri di Barumini (Medio Campidano) che li hanno arrestati.

In carcere, con l'accusa di furto aggravato e danneggiamento, sono finiti i fratelli Gian Luca e Adriano Massidda, di 46 e 48 anni, panettieri di Cagliari, il manovale William Cogoni, di 27, di Aritzo (Nuoro), e il disoccupato Roberto Spiga, di 18 anni, di Cagliari. Quando i carabinieri li hanno colti sul fatto, nelle campagne di Las Plassas, avevano già caricato su due auto oltre 4.000 metri di cavo. Il rame rubato, secondo una prima stima, avrebbe fruttato al mercato nero oltre 35 mila euro.

I quattro saranno processati in mattinata con giudizio direttissimo dal giudice del Tribunale di Cagliari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS