Tutte le notizie in breve

Un sub svizzero di 45 anni è morto nel Mar Ligure. L'uomo ha avuto un malore fatale mentre stava risalendo dopo un'immersione sul relitto della petroliera Haven nel primo pomeriggio di oggi.

Il 45enne era guida di un gruppo composto da altri tre subacquei - pure svizzeri - che oggi avevano programmato un'immersione di visita al relitto della petroliera, sui fondali al largo di Cogoleto nel ponente di Genova. Ancora da chiarire le cause del decesso.

L'uomo, insieme ai tre compagni, si era appoggiato ad un centro di immersioni del vicino comune di Arenzano. Terminata l'immersione, al momento della risalita la guida ha accusato un malore. Sono stati gli altri sub a chiamare i soccorsi.

Sul posto per primi gli operatori del diving che hanno caricato sul gommone il 45enne, apparso subito in condizioni critiche, ed hanno iniziato le manovre di soccorso. Arrivati in banchina ad Arenzano il personale del soccorso medico ha tentato di rianimarlo ma senza successo ed è stato constatato il decesso.

Sul caso sono stati avviati gli accertamenti da parte della Capitaneria di Porto di Genova, che ha ascoltato la testimonianza dei compagni di immersione della vittima.

Dalle prime risultanze sembrano essere state rispettate tutte le norme di sicurezza previste dall'ordinanza che disciplina le immersioni sulla Haven e che prevedono un massimo di tre sub affidati ad ogni guida, la comunicazione preventiva alla capitaneria per l'immersione, la verifica del possesso di brevetto per ricoprire il ruolo di guida. La profondità di immersione e le cause del decesso sono in corso di accertamento.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve