Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato scarcerato e messo agli arresti domiciliari a Savona Davide Enderlin, l'imprenditore ticinese arrestato dalla Guardia di finanza di Genova lo scorso 22 maggio nell'ambito dell'inchiesta su Banca Carige che ha portato al fermo anche dell'ex presidente dell'istituto Giovanni Berneschi.

Enderlin - accusato di riciclaggio in una truffa da 22 milioni di euro ai danni di Banca Carige - è uscito dal carcere questa mattina ed è stato trasferito in un'abitazione dove potrà incontrare solo i familiari.

Determinante per arrivare alla scarcerazione del consigliere comunale luganese del PLR è stato l'interrogatorio di giovedì scorso, durante il quale ha fornito diverse spiegazioni agli inquirenti in merito al giro di denaro dalla Svizzera all'Italia.

Per questo motivo, alla luce dell'istanza presentata dal suo legale Giordano Balossi i magistrati hanno dato parere favorevole alla scarcerazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS