Truffa con oltre mille dipendenti fittizi nella provincia di Reggio Calabria.

La Guardia di finanza e l'Istituto nazionale della previdenza sociale (Inps) puntano il dito contro 31 aziende agricole della Locride che tra il 2012 al 2018 hanno assunto fittiziamente oltre 1000 dipendenti con un danno alle casse dello stato di 5 milioni di euro.

Le imprese, secondo quanto emerso dalle indagini coordinate dalla procura di Locri, presentavano all'Inps falsi contratti di affitto o comodato di terreni riconducibili anche a soggetti ignari, completamente estranei alla truffa, oltre a false denunce aziendali trimestrali attestanti l'impiego, mai avvenuto, di operai per consentire l'indebita percezione di indennità di disoccupazione, malattia, assegno nucleo familiare e maternità.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.