Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TRIESTE - Uccideva le prostitute con la balestra; le derubava e le seppelliva nude per far decomporre piu' rapidamente i loro corpi: l'individuo, goriziano di 35 anni, era pronto a uccidere di nuovo e a fuggire in Brasile.
A fermarlo e' stata una gigantesca caccia all'uomo di Polizia e Carabinieri che, per piu' di 24 ore, hanno perlustrato le campagne della bassa pianura friulana, setacciandole con piu' di cento uomini, decine di cani e finanche un elicottero dell'Esercito dotato di sofisticati sensori di rilevamento notturno del calore.
Alla fine, l'uomo e' stato bloccato, nel cuore della notte, nella stazione ferroviaria di Padova mentre tentava di prendere un treno per Milano, da dove raggiungere poi il Brasile come aveva anticipato in una telefonata a un suo amico in Sudamerica.
E' stato portato subito in Questura, a Udine dove, davanti agli inquirenti che gli stavano alle costole da piu' di due settimane, ha confessato due delitti atroci: quello di una romena di 24 anni, scomparsa dal 20 maggio da Desenzano sul Garda (Brescia), e quello di un'italiana di 28 anni, di Mestre, della quale non si avevano notizie da marzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS