Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Italia: Ungaretti inedito dal fronte della Grande Guerra, 'è un'epoca di leggenda'

ROMA - "È un'epoca di leggenda. E il presente è infinito e non ci prende. Viviamo nell'eternità, se non ci fosse il senso della materia ad abbatterci". Così scriveva il ventisettenne Giuseppe Ungaretti (1888-1970) a Eugenio Treves, con cui nacque un'amicizia pochi mesi dopo il primo anno della guerra mondiale, dove il poeta si era arruolato come militare del 19esimo reggimento di fanteria.
"Il senso della materia assume qui un interesse così immediato, così intrinseco, così presi dalla terra come siamo nella soavità e nella violenza del nostro corpo, in questa nostra così continua constatazione dello spazio", aggiungeva il futuro grande poeta scrivendo dal fronte della Grande Guerra.
L'inedita lettera di Ungaretti al commilitone, datata 6 dicembre 1915, è pubblicata dalla ricercatrice Monica Schettino sulla rivista "Filologia e Critica" (Salerno editrice), dove compaiono altre due brevi missive allo stesso Treves. L'epistolario di Treves è stato depositato presso l'Archivio di Stato di Vercelli dalla famiglia dello scrittore. Per scrupolo conservativo, le tre lettere trascritte su "Filologia e Critica" sono tuttora custodite privatamente.
Pur trattandosi di un esiguo scambio epistolare di sole tre lettere, subito cancellato dalla tragica esperienza della guerra, appare tuttavia denso di riflessioni in cui è già possibile riconoscere parte della poetica ungarettiana della raccolta "Il porto sepolto" (1917). "Colpisce - afferma la studiosa Schettino - la presenza di un'originale commistione di temi futuristi ormai tragicamente legati all'esperienza della guerra e in via di trasformazionre verso nuove scelte poetiche. Una tappa di avvicinamento, dunque, alla lirica 'maturà di Ungaretti inserita tra le poesie della rivista 'Lacerbà e i primi mesi in trincea".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.