Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da circa due settimane i lavori alla nuova linea ferroviaria tra Mendrisio (TI) e Varese (I) sono fermi per la presenza di arsenico nel materiale di scavo. In un incontro ieri a Roma il Ceo del gruppo Ferrovie dello stato italiane, Mario Moretti, ha assicurato al direttore delle FFS, Andreas Meyer, che i lavori dovrebbero presto proseguire.

Moretti - secondo un comunicato delle Ferrovie federali svizzere - ha nuovamente confermato "tutti gli sforzi possibili affinché i lavori su questa importante linea possano riprendere in tempi ragionevoli".

Il Ceo del gruppo FS italiane nell'incontro annuale tra i vertici delle due aziende ferroviarie ha assicurato a Meyer che il programma infrastrutturale, in particolare i lavori per aumentare la capacità tra Chiasso e Milano dopo la messa in esercizio della galleria di base del San Gottardo, prosegue secondo programma.

Meyer e Moretti hanno sottoscritto a giugno a Zurigo un accordo per sviluppare a tappe e migliorare il traffico ferroviario tra Svizzera e Italia. In quell'occasione è stata anche decisa una progressiva sostituzione dei criticati "pendolini" ETR 470 con gli ETR 610.

Al miglioramento del traffico ferroviario sull'asse Nord-Sud si lavora anche in vista dell'Expo 2015 a Milano: per l'evento sono attesi dalla Svizzera tra i 300 mila e un milione di visitatori e si prevede che il 60% raggiungerà il capoluogo Lombardo in treno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS