Navigation

J.K. Rowling restituisce il premio umanitario Ripple of Hope

J.K. Rowling ha restituito un premio umanitario KEYSTONE/EPA/NEIL HALL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2020 - 20:00
(Keystone-ATS)

J.K. Rowling ha restituito il premio 'Ripple of Hope', assegnatole lo scorso anno dall'associazione Robert F. Kennedy per i diritti umani, dopo che la presidente ha criticato le sue opinioni sulla questione dei transgender. Lo riferiscono i media britannici.

Il premio, destinato a persone che hanno dimostrato un "impegno per il cambiamento sociale", e che in passato è stato assegnato ad altri personaggi illustri come Barack Obama, era stato consegnato alla scrittrice britannica creatrice della saga di Harry Potter, lo scorso dicembre per il suo lavoro con l'ente di beneficenza, Lumos. Nel ricevere il premio, Rowling lo ha definito "uno dei più alti onori che mi sia mai stato assegnato" e ha detto "Robert Kennedy incarnava tutto ciò che ammiro di più in un essere umano".

Ma ad inizio agosto, la presidente dell'associazione Kerry Kennedy, ha rilasciato una dichiarazione descrivendo il suo "sgomento" per i "tweet e le dichiarazioni transfobiche profondamente preoccupanti" fatti dalla scrittrice.

All'inizio di giugno, Rowling ha twittato una serie di commenti in cui esponeva le sue opinioni sull'identità di genere, incluso uno che diceva: "Se il sesso non è reale, la realtà vissuta delle donne a livello globale viene cancellata. Conosco e amo le persone trans, ma cancellare il concetto di sesso rimuove la capacità di molti di discutere in modo significativo le loro vite ". Commenti fortemente condannati dalle associazioni Lgbt e da diversi attori che hanno lavorato alla saga di Harry Potter.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.