Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOS ANGELES - Un giudice americano ha rinviato ieri a giudizio il medico della pop star Michael Jackson, con l'accusa di omicidio colposo per la morte del cantante nel giugno 2009, causata da una overdose del potente anestetico propofol.
Il giudice Michael Pastor ha così stabilito al sesto giorno delle udienze preliminari, svoltesi per appurare se esistessero prove sufficienti per ritenere il dottor Conrad Murray responsabile della morte de, 're del pop'.
Murray ha sempre respinto ogni addebito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS